VI Osservatorio sulla diffusione del risk management nelle medie imprese italiane

Share on LinkedInTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Email this to someonePrint this page

Dettaglio eventi


L’appuntamento annuale di presentazione dei risultati dell’indagine del Cineas realizzata in collaborazione con Mediobanca.

 PROGRAMMA

09:30 – Accredito partecipanti
10:00 – Massimo Michaud / Presidente Cineas
Introduzione dei lavori
10:15 – Adolfo Bertani / Presidente Onorario
Indirizzo di saluto
10:30 – Gabriele Barbaresco / Direttore Ufficio Studi Mediobanca
Presentazione dei risultati dell’indagine
11:00 – Tavola Rotonda
Modera e coordina: Edoardo De Biasi / Direttore Milano Finanza
Partecipano:
• Elena Zambon / Presidente Gruppo Zambon e Presidente AIDAF
• Giorgio Basile / Presidente di Isagro e Vice Presidente Cineas – Settore Imprese
• Massimo Fedeli / Direttore tecnico Danni di Helvetia
• Mattia Macellari / Presidente del gruppo Giovani Imprenditori
di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza
• Bernardo Sestini / Vice Presidente di Federchimica
Q&A
12:30 – Conclusioni: Massimo Michaud
Al termine del convegno saremo lieti di averla come nostro ospite per il pranzo a buffet.

 

Sono partner del VI Osservatorio sulla diffusione del risk management nelle medie imprese, società associate al Consorzio di primario livello come le Compagnie Assicurative Helvetia e Reale Mutua, la Società di brokeraggio Mansutti, la Società di bonifica e ripristino Benpower e la Società peritale C&P.

Caratteristiche dell’indagine:

  1. Riguarda solo le medie imprese italiane (con un numero di dipendenti tra 50 e 499 unità e con un fatturato netto compreso tra i 16 milioni e i 355 milioni di euro a livello consolidato).
  2. Presenta una classificazione dei profili di rischio in ordine di priorità sulla base della rilevanza attribuita da parte degli imprenditori. Per ogni profilo vengono richieste le scelte di trasferimento assicurativo e la disponibilità sul mercato di prodotti adatti alle esigenze di copertura dell’azienda.
  3. La classificazione dell’esposizione ai rischi viene indagata anche nei diversi settori merceologici: alimentare, chimico-farmaceutico, meccanico, metallurgico e beni per la persona e la casa.
  4. Dall’indagine emergono dati sulla gestione del rischio che vengono confrontati con i risultati di fatturato. Negli ultimi due anni si sono evidenziate correlazioni positive tra la gestione integrata dei rischi e le performance economiche dell’azienda, ma anche tra la gestione dei rischi e la capacità di innovazione nonché con la proiezione verso i mercati internazionali maggiormente attrattivi.