Codice deontologico

Share on LinkedInTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Email this to someonePrint this page

Il Consorzio Universitario per l’Ingegneria Nelle Assicurazioni (nel seguito CINEAS), ha autonomamente deciso di adottare un proprio codice deontologico a garanzia della qualità e della correttezza del servizio che il CINEAS svolge a favore della collettività.

  • Si intende per codice deontologico l’insieme delle regole di comportamento alle quali professori, ricercatori, dipendenti e consulenti del CINEAS si conformano per un esercizio dell’impegno didattico e di ricerca che non solo rispetti i doveri derivanti dalle vigenti disposizioni di legge, ma anche qualifichi la serietà sia del professore, ricercatore, dipendente e consulente del CINEAS sia dell’eventuale ateneo o/e istituzione o azienda di appartenenza.

  • Tale codice impegna i professori di ruolo, i ricercatori di ruolo ed il personale cui, a qualunque titolo, il CINEAS affida compiti didattici [2], di ricerca, gestionali o di qualunque altra natura. Questi si impegnano ad osservarlo all’atto della presa di servizio e/o dell’accettazione dell’incarico.

    La libera accettazione delle norme del codice e delle relative sanzioni comporta la preventiva rinuncia al ricorso alla magistratura ordinaria.

  • Il presidente ed il consiglio di amministrazione garantiscono l’effettiva osservanza delle regole di comportamento e l’applicazione dei necessari provvedimenti sanzionatori.

  • 4.1 – I professori, ricercatori, dipendenti e consulenti del CINEAS rispettano la lettera e lo spirito delle leggi del Paese e le regole morali proprie di ogni comunità accademica.
    4.2 – Nella vita sociale e professionale professori, ricercatori, dipendenti e consulenti evitano situazioni e comportamenti che possano nuocere agli interessi o all’immagine del CINEAS; curano e salvaguardano la dignità, la reputazione, il decoro ed il prestigio della comunità accademica; esercitano scrupolo e prudenza prima di avallare scientificamente iniziative di qualunque natura. L’utilizzo del marchio e del nome del CINEAS deve essere autorizzato.

  • Professori e ricercatori universitari, dipendenti e consulenti del CINEAS si qualificano esattamente e compiutamente, cioè solo come specificato nell’allegato A.

  • 6.1 – Premesso che è ovviamente recepito il dettato costituzionale, ed in particolare gli artt. 9 (“La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”, 21 (“Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero…”) e 33 (“L’arte e le scienze sono libere e libero ne è l’insegnamento…”) professori e ricercatori del CINEAS escludono come motivo di giudizio la diversità di opinioni.
    6.2 – Professori e ricercatori del CINEAS evitano di condizionare ideologicamente lo studente abusando della propria autorità.
    6.3 – Professori e ricercatori del CINEAS non svolgono, nell’ambito del CINEAS, attività di propaganda (commerciale, religiosa, ecc.). Professori e ricercatori del CINEAS, in occasione di consultazioni elettorali amministrative e/o politiche, non svolgono attività di propaganda politica nell’ambito del CINEAS, neppure nel caso figurino fra i candidati.

  • 7.1 – Professori e ricercatori del CINEAS non domandano nè concedono ad un collega un privilegio o un favore che non rientri nel quadro delle normali relazioni accademiche, professionali o d’affari con altre persone.
    7.2 – Professori e ricercatori del CINEAS garantiscono parità di trattamento a tutti gli studenti.
    7.3 – Professori e ricercatori del CINEAS nello svolgimento degli esami non accettano nè tengono conto di raccomandazioni o segnalazioni in qualunque forma a favore o a danno di partecipanti o comunque interessati.
    7.4 – Professori e ricercatori del CINEAS che ricevano simili segnalazioni per iscritto consegnano il relativo documento al Presidente del CINEAS.
    7.5 – Professori e ricercatori del CINEAS che ricevano simili segnalazioni verbali le respingono facendo presente all’interlocutore l’inammissibilità di quanto richiesto e ne informano il Presidente del CINEAS.
    7.6 – Professori e ricercatori del CINEAS si astengono dal partecipare ad esami di parenti o conviventi.
    7.7 – Professori e ricercatori del CINEAS che aspirino a promozioni, avanzamenti di carriera, trasferimenti, ecc. non si adoperano per influenzare coloro che devono o possono adottare la relativa decisione o influire sulla sua adozione, nè chiedono o accettano che altri lo faccia.
    7.8 – Nel caso di lite giudiziaria coinvolgente il CINEAS professori, ricercatori, dipendenti e consulenti del CINEAS non prestano la loro opera nè come consulenti tecnici d’ufficio, nè come consulenti tecnici né come consulenti tecnici di parte avversa al CINEAS.

  • 8.1 – Professori, ricercatori, dipendenti e consulenti del CINEAS debbono dare comunicazione dell’eventuale attività didattica svolta presso altre istituzioni su argomenti affini a quelli trattati nei corsi di formazione di CINEAS.
    8.2 – Professori, ricercatori, dipendenti e consulenti del CINEAS non utilizzano a fini professionali privati attrezzature del CINEAS (telefono, elaboratori e periferiche varie, strumentazione scientifica, ecc.) nè qualunque tipo di carta intestata del CINEAS.
    8.3 – Professori e ricercatori del CINEAS curano scrupolosamente il costante aggiornamento della propria preparazione professionale onde ottimizzare l’efficacia didattica dell’insegnamento impartito attraverso il continuo adeguamento dei programmi didattici e del materiale didattico.
    8.4 – Professori, ricercatori, dipendenti e consulenti del CINEAS improntano i rapporti con il personale a criteri di educazione e di rispetto reciproco.
    8.5 – Professori e ricercatori del CINEAS improntano i rapporti con gli studenti a criteri di educazione e di rispetto reciproco.

  • Professori e ricercatori del CINEAS rispettano la proprietà intellettuale dei colleghi (dell’ateneo di appartenenza e di altri atenei nazionali od internazionali), di qualsivoglia ricercatore e degli studenti nell’attività di ricerca e nello svolgimento di tesi.

  • Professori e ricercatori del CINEAS depositari di beni archivistici e librari ne curano la scrupolosa conservazione e ne garantiscono la libera consultazione agli studiosi (fatte salve le disposizioni della competente Soprintendenza archivistica).

  • Professori e ricercatori del CINEAS nell’ambito dell’attività didattica e di ricerca osservano e fanno osservare le norme a tutela della sicurezza e dell’ambiente e della prevenzione degli incidenti sul lavoro (e. g. D.P.R. 547/1955 “Norme per la prevenzione degli incidenti sul lavoro”, D.Lgs. 626/1994).

  • 12.1 – Premesso che solo la dichiarazione di colpevolezza contenuta in una condanna definitiva (art. 27 della Costituzione) può attivare i provvedimenti specifici previsti dalle norme vigenti, al fine delle determinazioni da assumere in relazione alla destinatarietà di provvedimenti interinali di natura penale, solo a partire dall’atto di richiesta di rinvio a giudizio, come atto di accusa processuale formulato dal Pubblico Ministero al Giudice (negata, quindi, qualsiasi rilevanza all’informazione di garanzia o ad altro atto di cui si abbia conoscenza solo da fonte giornalistica) potrebbe essere opportuno che il Presidente del CINEAS, sentito il consiglio di Amministrazione, richieda a professori, ricercatori, dipendenti e consulenti del CINEAS, in relazione alla grande valenza morale di ogni attività didattica:
    – nei casi più gravi (condanna in primo grado superiore a due anni), e comunque sempre in funzione del tipo di reato contestato, un gesto di grande sensibilità consistente nella domanda di temporaneo congedo oppure (negli altri casi)
    – una dichiarazione pubblica di totale estraneità agli addebiti contestati.
    12.2 – Professori, ricercatori, dipendenti e consulenti del CINEAS sono comunque tenuti ad informare tempestivamente ed esaurientemente il presidente dell’iter processuale a partire dall’emissione dell’avviso di garanzia.

  • Ogni tre anni il consiglio di amministrazione provvede – ove necessario – a modificare e ad integrare le disposizioni contenute nel presente codice.

    [1] In altri casi ciò è previsto ex-lege (e. g. la legge 27.06.1991, n. 220 ha assegnato al Consiglio Nazionale del Notariato il compito di “elaborare principi di deontologia professionale”. Conseguentemente lo stesso Consiglio, nella seduta del 24 febbraio 1994 con delibera n. 1188, ha approvato il documento Deontologia notarile, Roma 1994, pp. 95). E’ inoltre noto il “Nuovo codice di deontologia medica”.

    [2] Il D. M. 31.03.1994 Codice di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni (in G.U. n. 149 del 28.06.1994) si applica anche ai professori ed ai ricercatori universitari poiché (ex art. 1, comma 1) le uniche esclusioni riguardano il personale militare, la polizia di Stato, il corpo di polizia penitenziaria, i componenti delle magistrature e dell’Avvocatura di Stato. E’ superfluo sottolineare che restano ferme tutte le disposizioni riguardanti la responsabilità penale, civile ed amministrativa dei dipendenti pubblici e quindi di professori e ricercatori universitari che prestano la loro opera a favore del CINEAS.

  • (ad eccezione dei cosiddetti ruoli ad esaurimento, quali assistente ordinario, ecc.):
    – ricercatore non confermato di… nella Facoltà di… del Politecnico di…, dell’Università degli Studi di…;
    – ricercatore confermato (o semplicemente ricercatore) di… nella Facoltà di… del Politecnico di…, dell’Università degli Studi di…;
    – professore associato non confermato (o di II fascia) di… nella Facoltà di à degli Studi di…;- professore associato confermato (o semplicemente associato) (o di II fascia) di… nella Facoltà di… del Politecnico di…, dell’Università degli Studi di…;
    – professore straordinario (o di I fascia) di… nella Facoltà di… del Politecnico di…, dell’Università degli Studi di….
    – professore ordinario (o di I fascia) di… nella Facoltà di… del Politecnico di…, dell’Università degli Studi di…
    Anche il personale cui, a qualunque titolo, il CINEAS affida pro-tempore compiti didattici è tenuto a qualificarsi inequivocabilmente.

    Sono pertanto da evitare – ad es. – le seguenti espressioni:
    – docente di… nel Politecnico di…, nell’Università degli Studi di…;
    – professore di… nel Politecnico di…, nell’Università degli Studi di….

Aggiornato 17 marzo 2003

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi