Calendario eventi

« Settembre 2017 »

D L M M G V S
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Newsletter

Contattaci

Osservatorio sul Risk Management nelle PMI italiane

 

Nel 2012, Cineas ha creato l’Osservatorio sulla diffusione del risk management nelle piccole e medie imprese italiane con l’obiettivo di monitorare il livello di implementazione delle procedure di RM nel nostro contesto economico.
 

II edizione marzo 2014

L’indagine, effettuata su 701 aziende distribuite sull’intero territorio nazionale, ha rilevato una crescente percezione del rischio (medio-alta per il 73% delle imprese contattate), per di più in un panorama italiano ritenuto in recessione anche nel 2014 (per il 46% delle imprese interpellate il mercato sarà in contrazione anche nei prossimi mesi). Le imprese intervistate affermano che la categoria di rischi alla quale si sentono maggiormente esposte è quella del rischio finanziario (58%). Il 78% di queste afferma di essere esposta maggiormente al rischio di credito e il 42% al rischio di liquidità; le aziende che si vedono esposte al rischio inflazionistico sono invece in numero quasi irrisorio (2%). In linea con questa visione, i rischi finanziari sono anche quelli che assorbono maggiori risorse, mentre risultano minori, in percentuale, le risorse destinate alla gestione dei rischi operativi. La maggioranza delle PMI oggetto di analisi non adotta tecniche di gestione del rischio, precisamente il 63% delle aziende intervistate. Tra le principali cause di non adozione si evidenzia la non significatività della funzione di risk management nel contesto in cui l’azienda opera e lo sfavorevole rapporto costo-beneficio.

> vai alla pagina

 

I edizione febbraio 2013

L’indagine ha preso in considerazione un campione di 427 aziende distribuite su tutto il territorio nazionale e appartenenti a tutti i settori dell’economia. Il rischio finanziario viene percepito come l’area più critica (48%), seguito da quello operativo (35%); le stesse categorie di rischio, operativo (46%) e finanziario (41%), sono le categorie che assorbono maggiori risorse. Per quanto riguarda i ruoli e le responsabilità per la gestione del rischio, bassissima è l’incidenza delle imprese intervistate che dedica una risorsa a tempo pieno ad attività di risk management; l’11% delle imprese affida il compito a consulenti esterni, mentre nella grande maggioranza dei casi (88%) il compito è assolto da una figura interna che ricopre altri ruoli come l’Amministratore (58%) o il Direttore Finanziario (26%).

> vai alla pagina